FINANZIAMENTI NAZIONALI

Con l’introduzione della legge  ”Disciplina generale sulla cooperazione internazionale per lo sviluppo” (legge n. 125 dell’11 agosto 2014) , sono stati ridefiniti soggetti, strumenti, modalità di intervento e principi della cooperazione ed è stato adeguato il sistema italiano ai modelli prevalenti nei Paesi europei. La “governance” del sistema della cooperazione è presieduta dal Comitato interministeriale per la cooperazione allo sviluppo (CICS), al quale partecipano i ministeri competenti in materie che sono oggetto di attività di cooperazione allo sviluppo.

La legge n. 125 del 2014 istituisce l’Agenzia italiana per la Cooperazione allo sviluppo (operativa dal 1°gennaio 2016), che risponde all'esigenza di una cooperazione più professionale e innovativa, con il necessario grado di flessibilità degli strumenti in uno scenario che è in continuo mutamento. Svolge attività di carattere tecnico-operativo connesse alle fasi di istruttoria, formulazione, finanziamento, gestione e controllo delle iniziative di cooperazione internazionale e funge da anello di congiunzione tra le istituzioni nazionali e locali, il mondo no-profit e quello profit. Per gli interventi maggiormente onerosi (oltre 2 milioni di euro) l’Agenzia lavora assieme al Ministero degli Esteri in un apposito Comitato congiunto.

L’attività della cooperazione viene identificata nel Documento di Programmazione e di indirizzo 2016-2018 – che traccia le linee strategiche dell’azione della Cooperazione Pubblica allo Sviluppo e individua le priorità geografiche e settoriali fornendo indicazione sulle modalità di intervento e sugli strumenti di finanziamento e le risorse disponibili. Il documento viene aggiornato ogni anno ed approvato dal Comitato interministeriale assieme alla relazione annuale sull’attuazione della politica di cooperazione allo sviluppo dell’anno precedente. L’Agenzia prevede annualmente bandi e avvisi rivolti alla società civile, agli enti territoriali e alle imprese oltre che a progetti di emergenza.

Link:

Documenti


 
contattaci | link | credits | Privacy e Cookies |
© Regione Emilia-Romagna (p. IVA 800,625,903,79) - Tutti i diritti riservati